RECUPERO COMPORTAMENTALE


In qualità di Istruttore Cinofilo CSEN e AIECI, mi occupo di cani paurosi, mordaci e che manifestano problemi di origine comportamentale di diverso genere.


Un' attenta analisi, seguita da un percorso studiato ad hoc per ogni binomio cane-uomo fa sì che si riescano a risolvere anche situazioni conosiderate disperate o impossibili. Prima di arrendervi contattateci, perchè la soluzione c'è sempre, e il lavoro in equipe (quando necessario) rende ogni problema, un problema più piccolo. 


LE STORIE (ecco alcuni dei numerosi casi che mi trovo a gesrtire)

 

Taiki: uno splendido esemplare di Shiba Inu con un carattere molto forte.

La sua indole, unita ad una gestione non perfetta (se pur piena di amore) ha fatto sì che Taiki e Nazario avessero qualche difficoltà nel vivere insieme alcune situazioni. L' approccio con gli altri cani era quasi impossibile (Taiki si mostrava aggressivo e intollerante verso qualsiasi soggetto) e il pensare che Taiki in alcune situazioni potesse ascoltare con immediatezza ed efficacia le richieste del suo amico umano, era quasi impossibile.La grande disponibilità di Nazario (che ringrazio per aver riposto la sua fiducia in me e nei cani che ci hanno aiutato in questo percorso) unita ad un po' di pazienza, ha fatto sì che le aree cani non siano più un luogo inaccessibile e che le passeggiate siano diventate un piacere e non più una fonte di stress! Grazie di cuore ragazzi

Spank: quando una diagnosi può quasi trasformarsi in una condanna


Spank arriva dalle Perreras (i canili lager spagnoli insomma).
Giunto a Torino, Anna e Simone, i suoi dolcissimi nuovi  compagni di vita, si sono rivolti ad una "professionista" che ha sentenziato che Spank sarebbe dovuto vivere sotto farmaci e lontano dai suoi simili, perchè il suo istinto era quello di uccidere i suoi conspecifici.
Preoccupati e increduli, si sono rivolti a me per un ulteriore consulto.
Ecco, questa è stata la mia fortuna: conoscere persone così sensibili e amorevoli nei confronti del loro nuovo amico che mi hanno fatto l' onore di avermi presentato Spank: un lagotto over size (un cao de agua), con un' allegria e una gioia di vivere che nessun essere umano avrebbe mai manifestato, se avesse passato quello che ha passato lui.
Certo che l' aver vissuto per 3 anni chiuso in un box non ha favorito la sua capacità interattiva e sociale e ha creato in lui dinamiche da correggere, ma tutto ciò che manifestava era sicuramente molto lontano dalla diagnosi che l' aveva tacciato di essere un potenziale "dog killer".
Dopo uno specifico lavoro di ambientamento, educazione e graduale socializzazione (che avviene tutt' ora), adesso Spank partecipa a diverse attività e convive pacificamente con maschi e femmine.
La gioia negli occhi di Anna e Simone nel vedere il loro amico correre insieme agi altri ha riempito il mio cuore!

 
 

Kaos e la sua voglia di vivere


Kaos, un amstaff di 1 anno e 7 mesi. Virginia ha chiesto il mio aiuto perchè questo gigante era esuberante ed ingestibile in molte situazioni. Tirava al guinzaglio, abbaiava a tutti i cani, non poteva essere lasciato libero perchè non rispondeva mai ad un richiamo.
Consigli sbagliati e sfiducia stavano facendo precipitare la situazione, rendendo anche la passeggiata uno stress per lui e i suoi compagni umani.
Per fortuna Virginia, la sua proprietaria, si è messa a disposizione lavorando su sè stessa, e con pazienza e costanza ha permesso a Kaos di iniziare una nuova vita fatta di passeggiate serene, condivisione di momenti di gioco, libertà e serenità.
Un grazie a Virginia per aver creduto in me, nonostante le precedenti esperienze avute in altri centri avessero solo acuito il problema.
Vedere Kaos correre libero e sopratutto felice, è una gioia immensa. Grazie di cuore!

Olga e Green Hill


Olga, uno dei tanti esemplari di beagle salvati dal Lager di Greenhil. Ho avuto il piacere di averla come allieva per le 5 lezioni gratuite concordate con l'APNEC (finalizzate ad aiutare i nuovi proprietari dei cani sottratti a Greenhill). Grazie Olghina per essere un cane così adorabile nonostante tutto ciò che hai passato nelle prime settimane della tua vita, e grazie anche ad Elisa e Bumba che le daranno un futuro meraviglioso!

Uma e la passione per le moto           

Uma, mix pastore tedesco con una vera passione per le moto che creava  non pochi problemi alla sua amica umana Serena; abitando a Torino, la voglia di Uma di rincorrere le due ruote infatti metteva a repentaglio l' incolumità di umani, cani e dei poveri motociclisti.

Un lavoro specifico di desensibilizzazione ha fatto sì che adesso le due amiche possano uscire a fare una passeggiata in tutta serenità! Complimenti a Serena per la costanza che ha impiegato in questo pecorso non  facile, ma che ci ha regalato tante soddisfazioni!

Margot e i cani  

Margot, splendido Amstaff femmina di 2 anni con qualche difficoltà nel gestire la presenza di altri cani. Attraverso un percorso impostato su gestione e socializzazione mirata (Zeus, il mio super amico a 4 zampe e aiutante perfetto, in questa situazione mi ha dato una grossa mano), siamo riusciti a creare in Margot l' abitudine a condividere spazi e passeggiate con altri suoi conspecifici. Questo risultato ha dato l' opportunità a Matteo (il suo amico bipede) di poter partecipare alle varie Expo (nazionali e internazionali) e fare passeggiate in totale serenità insieme a Margot.

 

CONTATTI

Le lezioni si svolgono, previo appuntamento, presso il Centro Cinofilo Happy Dog di Rivoli

(Via Rivalta, 99 Rivoli)

Lunedì-Sabato

(ore 9.00-20.00)

Cell:

+39 366 4994369+39 366 4994369

Facebook: 

luca-piras.it

LA MIA FILOSOFIA

Educazione ed istruzione sono tappe fondamentali ed imprescindibili per costruire un rapporto corretto, rispettoso e duraturo col proprio cane.

 

Non credo che, parlando di cinofilia, il fine giustifichi i mezzi...ecco perchè prima di iniziare qualsiasi tipo di addestramento l'educatore cinofilo si deve concentrare sulla creazione del corretto binomio cane-uomo, e da questo partire per affrontare ogni sfida, qualsiasi essa sia (insegnamento di esercizi specifici o discipline come disc dog, agility, difesa, obedience, ecc...).

 

Ritengo sbagliato e dannoso passare attraverso l' utilizzo di metodi e strumenti coercitivi (collare a strozzo, con le punte, elettrico,...); solo attraverso costanza, pazienza e conoscenza del cane si può pensare di ottenere i risultati che ci si prefiggono, dalla semplice educazione al conseguimento dei brevetti di lavoro, ecc..

Il segreto è collaborare e rispettarsi reciprocamente per vivere felici insieme.


Chiama

E-mail